Article

SIMON HUMPHRIES PARLA DELLA “RIVOLUZIONE DELLE IDEE” PER IL FUTURO DEL DESIGN DELL'AUTOMOTIVE

Il mondo dell'automobile è cambiato significativamente negli ultimi anni, così come si sono diversificati gli stili di vita e i valori delle persone. Come dovrebbe rispondere il design dei veicoli? Simon Humphries è il responsabile di Toyota e Lexus Global Design, a capo delle operazioni di design per entrambi i brand. Dal 2020 è anche giudice del Lexus Design Award, un concorso annuale internazionale di design. Nel contesto di un mondo gettato nello scompiglio dalla pandemia globale di Covid-19, parla del ruolo dei designer e della sua personale filosofia di design.

“L'aspetto più importante del design è considerare i sentimenti delle persone”

Da quando è entrato a far parte del Gruppo nel 1994, Simon Humphries, nato nel Regno Unito, ha lavorato su una moltitudine di progetti di vetture. Oggi guida i suoi team di progettazione con inventiva e capacità di tradurre le idee in realtà.

“Nel Regno Unito ho studiato design industriale, quindi prima di entrare in azienda non avevo mai lavorato nel design automobilistico”, ricorda Humphries. “Nonostante la mia mancanza di esperienza, sono stato accolto nel team grazie alla mia esperienza in altri campi. Questo tipo di flessibilità sarà fondamentale per diventare una ‘mobility company’ .”

Spiegando la sua filosofia di design, continua: “L'aspetto più importante del design è considerare i sentimenti dell'utente. Poi, dopo aver elaborato un design che incorpora queste considerazioni, bisogna essere in grado di spiegarlo chiaramente sotto forma di una storia. Questo è il motivo per cui è essenziale per i designer avere capacità di comunicazione. Cerco sempre di spiegare di cosa hanno bisogno i nostri clienti e come il mio design riflette queste esigenze. Non importa il design in sé: se lo mostri a cinque persone, ognuna si concentrerà su aspetti diversi. In altre parole, la comunicazione è la chiave per trasmettere l'intenzione del designer”.

“Nello studio di design dove lavoravo prima di entrare qua, ero l'unico responsabile per la spiegazione del progetto e per ottenere l’ok dei clienti, e questa esperienza mi è utile ancora oggi nel mio modo di lavorare.”

Come si evolverà il design automobilistico in futuro?

I disegni che Humphries crea non sono semplici illustrazioni; hanno parole e concetti: “Come saranno le automobili del futuro? La risposta sta senza dubbio nel modo in cui rispondiamo al desiderio umano di muoversi liberamente. A differenza degli animali, i cui movimenti sono guidati da bisogni fondamentali come il cibo o il riparo, gli esseri umani hanno la libertà di seguire la loro curiosità e cercare di imparare. In questo modo, il desiderio umano di muoversi è molto profondo”, dice.

“Alcune persone si preoccupano che se la guida automatizzata diventasse uno standard, il design automobilistico si mercificherebbe. Ma io non sono d'accordo; infatti, credo che sia vero il contrario.”

“Nessun utente vuole sempre la stessa cosa dal suo veicolo. Per esempio, potrebbe voler fare il pendolare in auto per andare al lavoro da solo; poi, in un altro momento, potrebbe voler utilizzare l'auto per fare shopping, o andare in giro con la famiglia. Quindi, è meglio se un veicolo può rispondere alle esigenze individuali nel miglior modo possibile.”

Eppure le parole successive di Humphries sono: “Ma oggi la situazione è differente. Non è possibile creare automobili usando la stessa mentalità del passato. Da una prospettiva incentrata sul mercato, il design automobilistico ha bisogno di una rivoluzione di idee.”

“Molto tempo fa, il design automobilistico aveva “tendenze” identificabili. Non è più così. I consumatori sono diventati incredibilmente diversi e i mercati cambiano con grande velocità. La chiave è questa: quanto velocemente possiamo rispecchiare le esigenze degli utenti nei nostri prodotti?”

“La forza del Lexus Design Award è che fornisce a tutti i candidati una pari opportunità”

Nel 2020 Humphries è diventato un giudice del Lexus Design Award, un concorso internazionale di design organizzato da Lexus ogni anno dal 2013. Il contest cerca di scoprire, nutrire e sostenere i designer e i creativi emergenti che cercano di “Progettare per un domani migliore.”

“Il punto di forza del Lexus Design Award è che offre a tutti i candidati pari opportunità, indipendentemente dal fatto che siano professionisti o studenti o in quale luogo si trovino nel mondo. Oggi, i designer professionisti creano costantemente nuove proposte per far sentire la loro voce. Questo è un premio pubblico, quindi i progetti dei vincitori sono ampiamente conosciuti: è un'enorme opportunità per loro.”

Sei finalisti del premio vengono selezionati tra le proposte di design ricevute da tutto il mondo e viene data loro la possibilità di sviluppare le loro idee con il supporto di desinger di fama mondiale per un periodo di sei mesi. Tradizionalmente l'annuncio del vincitore finale del Grand Prix avviene in un evento speciale che si tiene durante la Design Week di Milano in aprile. A causa della cancellazione della settimana del design di quest'anno, il vincitore è stato svelato in un evento online, insieme alle presentazioni del lavoro di tutti e sei i finalisti.

Humphries commenta: “Per i finalisti deve essere stata un'esperienza difficile. Ma spesso un periodo di crisi può essere uno stimolo per la creatività”. Si riferisce all'esperienza dei nonni per illustrare il suo punto: “Per lunghi periodi durante i recenti lockdown, i nonni non hanno potuto incontrare i loro cari. Quando ho sentito quello che stava succedendo, mi sono chiesto se qualcuno potesse sviluppare delle applicazioni che, per esempio, facessero uso del feedback tattile, in modo che quando si toccano le immagini delle persone sul proprio tablet, si possa avere la sensazione di toccare realmente le guance delle persone sullo schermo. Questi tipi di nuove idee per soddisfare i desideri delle persone sono ciò che i designer richiedono ora. Anche per quanto riguarda le automobili, è vitale che non ci concentriamo eccessivamente sulle auto del passato. Stiamo entrando in un periodo in cui dobbiamo mettere da parte i preconcetti - come il fatto che l'auto sia solo un mezzo di trasporto - e muoverci verso un futuro più innovativo.”

Secondo Humphries, l'industria automobilistica deve adottare una prospettiva più ampia che mai quando si tratta di creare auto. Crede nel potere del design e la sua convinzione sta ispirando gli altri a fare lo stesso.