Article

LEXUS DOMINA LA QUINTA TAPPA DEL SUPER GT IN GIAPPONE

• Il team TOM’S con la Lexus LC No.36 ha ottenuto la vittoria per la prima volta in questa stagione nella serie AUTOBACS SUPER GT 2018 al Fuji International Speedway, protagonisti i piloti Kazuki Nakajima e Yuhi Sekiguchi

• Al secondo posto la KeePer TOM'S LC No.1 con i piloti Ryo Hirakawa e Nick Cassidy

• LEXUS LC ha ottenuto due vittorie consecutive.

Kazuki Nakajima (au TOM'S LC No.36)

"Dovevamo vincere questa gara, se non l’avessimo fatto per noi la stagione sarebbe finita. Quindi siamo molto soddisfatti di questa vittoria. La nostra squadra è stata molto fortunata in questa stagione, specialmente Yuhi, quindi sono felice per la vittoria, che poi è la prima da quando siamo nella stessa squadra. La prestazione è stata al livello dei nostri rivali, e in parte siamo stati anche migliori di loro. La gara è stata estenuante, e abbiamo corso qualche rischio, ma siamo riusciti ad andare avanti senza problemi meccanici nella lunga distanza, quindi credo che questo risultato sia una buona ricompensa. Sono anche felice che per la prima volta il team Tom arriva ad occupare insieme il primo e secondo posto."

Ryo Hirakawa (KeePer TOM'S LC500 No.1)

"Ieri siamo riusciti a superare il Q1 e partire dalla settima fila nonostante le limitazioni di potenza e l’handicap di peso. In tale condizione ci eravamo posti come obiettivo quello di raggiungere il quarto posto. Le condizioni della macchina erano buone nel warm up della mattina, e sono migliorate dopo l'inizio della gara, quindi siamo riusciti a recuperare. Abbiamo anche perso parecchio tempo a causa malfunzionamento della luce di posizione posteriore. Nonostante tutto ce l’abbiamo fatta. È la prima doppietta del team TOM’S, quindi ringrazio anche il team che ha lavorato duro ai box. Siamo in cima alla classifica ora, ma correremo nel prossimo circuito di SUGO, tendo presente la settima tappa ad Autopolis dove le zavorre saranno dimezzate. Non ci sono molti punti di distacco in classifica ed il sorpasso da parte degli avversari è dietro l’angolo, quindi dobbiamo stare attenti."