Article

I MODELLI LEXUS SI DISTINGUONO NELL’ AVVENTUROSA GUIDA SUL GHIACCIO SIBERIANO

Le lande ghiacciate della Siberia non sono solitamente considerate l’ambiente naturale per i veicoli Lexus, ma hanno fornito la scenografia per un’esperienza di guida sorprendente che ha testato le capacità di handling di due modelli molto diversi: il grande SUV ibrido di lusso RX e la coupé LC con motore V8.

Il luogo è stato il lago Baikal, il lago d'acqua dolce più profondo del mondo, che gela fino a 1,5 m di profondità con temperature che possono scendere fino a meno 60 gradi centigradi. Infatti, il ghiaccio è talmente spesso e resistente che il lago diventa parte integrante della rete stradale nazionale russa.

Un grande scenario richiedeva un grande pilota e Lexus ha reclutato il talentuoso Nikita Shikov, uno dei più grandi campioni russi di drift. Tra i suoi successi, due volte vice-campione della Russian Drift Series, vice-campione della Formula Drift Russia e vincitore della Auto Exotics Cup. Nonostante la sua esperienza, questa è stata la prima volta che ha guidato la Lexus su ghiaccio - una superficie molto diversa dai circuiti di gara a cui è abituato.

RX ha il grandissimo heritage di essere il primo "crossover di lusso" al mondo, ma utilizzare questo elegante SUV per un test estremo è stata una nuova pietra miliare nella sua storia. Shikov ha ammesso che prima di mettersi alla guida, aveva dei dubbi su come avrebbe reagito il suo sistema elettronico E-Four di trazione integrale.

“All'inizio ero scettico”, ha detto, “perché RX funziona di default a trazione anteriore con le ruote posteriori che entrano in gioco solo quando i sensori rilevano che le ruote iniziano a girare a vuoto o scivolare. Ma una volta sul ghiaccio, ho scoperto ben presto che l'asse posteriore entra in funzione molto velocemente, in modo da poter eseguire in sicurezza un powerslide controllato con tutte e quattro le ruote”.

In effetti, Shikov è stato in grado di eseguire alcune manovre molto emozionanti, sfruttando la presa delle ruote anteriori. Mentre la velocità in rettilineo raggiungeva i 100 km/h, le ruote motrici giravano a più di 180 km/h.

LC, con il suo motore V8 da 464 CV e la trazione posteriore, genera aspettative molto diverse e ancora prima di raggiungere il ghiaccio, Shikov è rimasto impressionato dal suo carattere: "Stavo guidando questa gran turismo per la prima volta ed è stato incredibile. Guidandola sulle strade locali fino al nostro tracciato, ho avuto modo di apprezzare le caratteristiche da granturismo per le lunghe distanze e ad alta velocità, con la sua grande aerodinamica, l’handling perfetto, l'abitacolo confortevole e la posizione di guida ideale", ha detto.

“Quando sei fuori sul ghiaccio, però, senti subito la trazione posteriore. A causa del peso dell'auto e del fatto che stavamo girando con pneumatici standard, l'accelerazione non era la cosa principale, era tutta una questione di tecnica di guida, di trovare i limiti dell'auto”.

Shikov si è goduto l'opportunità di guidare la LC sul ghiaccio del Baikal, che aveva uno strato di neve in superficie. “È arrivata l'aderenza ed è stato quasi come guidare sull'asfalto”, ha detto. “Ho potuto sperimentare la vera personalità dell'auto, con una velocità delle ruote di circa 280 km/h". Le ruote posteriori hanno alzato impressionanti colonne di neve, proprio come le nuvole di fumo che si formano quando si drifta in un circuito”.

Quando si guida su laghi ghiacciati “nella natura selvaggia” si seguono rigorose misure di sicurezza. Le cinture di sicurezza non devono essere indossate, l'impianto audio deve essere spento e le porte devono essere sbloccate; lo stato del ghiaccio è anche attentamente monitorato per eventuali segnali di debolezza.

Per le spettacolari manovre di Shikov, tutti i sistemi elettronici di controllo e stabilità sono stati disattivati, quindi le prestazioni sono dipese unicamente dall'auto nella sua forma più pura e dalle capacità del pilota.

Portare RX e LC in Siberia è stato un vero e proprio test della loro qualità. Per RX 450h, le temperature a due cifre sotto lo zero non si sono rivelate di ostacolo al funzionamento del propulsore ibrido. Su terreno accidentato e ghiacciato, ha dimostrato di essere un'ottima performance con il suo sistema di trazione integrale E-Four.

Per LC, un'auto progettata più pensando alle grandi strade costiere tortuose, il lago ghiacciato è diventato un'arena per una dimostrazione di grandi abilità di guida. I guidatori erano liberi di esplorare i limiti del potenziale della coupé a trazione posteriore, senza rischi per l'auto o per l'ambiente.

Le fotografie dell'evento danno un assaggio di questo luogo molto speciale e di come Lexus ha potuto dimostrare l'eccezionale affidabilità dei suoi veicoli.