2019 lexus design awards hero

LEXUS DESIGN AWARD

Lexus International ha annunciato oggi il vincitore del Grand Prix “Lexus Design Award 2019”. Lisa Marks si è aggiudicata il prestigioso riconoscimento per il design dell’opera Algorithmic Lace su un totale di 1.548 iscritti provenienti da 65 paesi diversi.
Un prototipo che incarna lo spirito e la visione Lexus: il Design come strumento in grado di contribuire concretamente a un futuro migliore, un concetto perfettamente in linea con la visione human-centred del brand, alla continua ricerca di evoluzione e innovazione.
La giuria di quest’anno vede per la prima volta la presenza di John Maeda, tecnologo di fama mondiale: “Solitamente quando pensiamo agli algoritmi li colleghiamo al mondo dei computer e dell’industria IT. In realtà l’industria tessile rappresenta un campo dove gli algoritmi, già nel XIX secolo, sono stati impiegati come uno strumento per realizzare nuove soluzioni per tessuti. Il progetto Algorithmic Lace di Lisa Marks si rifà non solo a questa tradizione ma va ben più indietro nel tempo, fino a far propria una tecnica del XVI secolo utilizzata per tessere modelli di pizzo complessi. Lisa Marks usa questo antico metodo abbinato con l’avanzata progettazione tridimensionale per realizzare reggiseni su misura pensati appositamente per le donne affette da cancro al seno e che sono state sottoposte a una mastectomia. Il risultato è una perfetta combinazione tra funzionalità e design che ha un impatto positivo sulla percezione dell’aspetto fisico delle donne, oltre a offrire comfort che risponde alle singole esigenze”.
Lisa Mark, vincitrice del Grand Prix, ha dichiarato: “Lexus, brand di successo, non avrebbe bisogno di promuovere premi di questo tipo. Con il Lexus Design Award dimostra il suo forte impegno nel design e nello sviluppo di un mondo migliore”. Il prototipo vincitore del Grand Prix è esposto, accanto a quelli degli altri cinque finalisti, nello spazio Lexus durante l’evento “Leading with Light” in programma dal 09 al 13 aprile 2019 presso Superstudio Più, in zona Tortona, il cuore pulsante del prestigioso Fuorisalone milanese.